• Disegni & illustrazioni

    Kintsugi: il disegno di una donna con cicatrici d’oro

    17 Gennaio, 2024

    Oggi ti parlo del disegno di una donna Kintsugi, ovvero il disegno di un volto di donna rotto in tanti pezzi e riaggiustato con l’oro come avviene con la ceramica nella tecnica del Kintsugi.

    Il volto della ragazza è rotto in tanti cocci come se lei fosse una statua di pietra o una bambola di porcellana, e le linee di rottura sono aggiustate simbolicamente con la foglia oro, come avviene nell’arte giapponese del Kintsugi.

    Questo disegno nasce dall’idea che ci siamo rotti tutti almeno una volta, ma che fragile non significa debole e crepato non significa difettoso.

    Si tratta di un disegno tratteggiato in inchiostro, inizialmente realizzato all’interno di un altro progetto che però ha avuto moltissimo successo aggiudicandosi un posto d’onore nel mio portfolio e che è diventato anche una stampa in vendita nel mio shop. In questo post ti racconto tutta la sua storia.

    IL DISEGNO DI UNA DONNA CON CICATRICI D’ORO

    Come anticipato ho realizzato questo disegno di una donna Kintsugi all’interno di un altro progetto, ovvero l’Inktober.

    In breve l’Inktober è una sfida per illustratori che si svolge ogni anno a ottobre e che consiste nel fare un disegno in inchiostro al giorno seguendo una lista di parole quotidiane che viene data per tutto il mese, per un totale di 31 disegni.

    Mi piace molto partecipare perché è un’incredibile occasione per sperimentare e crescere come artista. Ormai sono una veterana e ho molti Inktober all’attivo: tutte le edizioni a cui ho partecipato le trovi raccolte qui.

    A inizio 2024 ho anche iniziato a partecipare all’Inktober52, la formula che dura 12 mesi con un disegno a settimana. È un progetto lungo un anno e in divenire, ma sto già raccogliendo i disegni settimanali in un post dedicato.

    Tornando al disegno della donna Kintsugi, l’ho fatto per la parola “GOLDEN” del giorno 6 dell’Inktober 2023, un’edizione particolarmente intensa e stimolante. Golden” in inglese significa d’oro/dorato e io ho disegnato un volto di donna rotto e riparato con l’oro.

    In realtà avevo in mente già da tempo di fare il disegno di una donna Kintsugi, ma l’idea prendeva polvere nella mia lunghissima lista di disegni da fare. La parola “GOLDEN” mi ha servito l’occasione di disegnarla su un piatto d’argento.. o in questo caso dovrei dire d’oro!

    COS’È IL KINTSUGI

    Prima di andare avanti col racconto del mio disegno della donna Kintsugi è doveroso un breve cenno a che cos’è il Kintsugi.

    Il Kintsugi (o Kintsukuroi) è una tecnica di restauro ideata alla fine del 1400 da ceramisti giapponesi per riparare le tazze in ceramica della cerimonia del tè. Significa letteralmente «riparare con l’oro» perché i cocci vengono aggiustati con la lacca urushi, una speciale lacca a base di polvere d’oro e talvolta anche d’argento.

    Ogni ceramica riparata diviene un’opera d’arte speciale e irripetibile, perché ogni intreccio di linee dorate è unico e dettato dalla casualità con cui i pezzi si sono frantumati.

    L’arte Kintsugi non è solo un concetto artistico ma ha profonde radici nella filosofia Zen. Partendo dal wabi-sabi, racchiude tre concetti: mushin ovvero capacità di lasciar correre, anitya ovvero l’accettazione che tutto è destinato a finire, e mono no aware che è l’empatia verso gli oggetti.

    Nel Kintsugi le linee di rottura non solo vengono lasciate visibili, ma sono addirittura evidenziate di proposito con l’oro. In questo modo le “cicatrici” diventano preziose.

    Il mio disegno della donna Kintsugi nasce proprio per rappresentare l’idea che le nostre rotture non ci tolgono bellezza, che la fragilità può diventare anche un punto di forza e che le nostre cicatrici – siano esse visibili o meno – sono in realtà ciò che ci rendono unici perché determinano chi siamo.

    DISEGNO DI UNA DONNA KINTSUGI

    Con questo disegno di una donna Kintsugi ho voluto rappresentare la fragilità dell’essere umano e l’unicità delle cicatrici della vita che, chi più chi meno, noi tutti abbiamo.

    Uso spesso figura femminile per rappresentare argomenti o concetti di mio interesse. Alcuni esempi sono il duo Sole e Luna, due ragazze che risplendono e bruciano nel cielo stellato come un sole e una luna. Oppure le Quattro Stagioni, quattro ragazze che rispecchiano metaforicamente le principali caratteristiche di primavera, estate, autunno e inverno.

    Ci sono le Figlie di Cernunno, ipotetiche sorelle nate dal Dio celtico della natura selvaggia che incarnano i caratteri dei principali animali con corna. Con le Ragazze Rivoluzionarie invece ho rappresentato metaforicamente la storia delle grandi rivoluzioni.

    Una volta ho anche disegnato la Felicità mentre alle Ragazze Fiorite ho affidato l’arduo compito di farmi simbolicamente rinascere dopo il primo lockdown del Covid-19.

    Ci sarebbero pure le ragazze di Zodiacun progetto ispirato ai segni zodiacali che attualmente è in pausa ma che prima o poi conto di riprendere in mano.

    DISEGNO DI UN VISO ROTTO IN TANTI PEZZI

    Ma torniamo al disegno della mia donna Kintsugi. Si tratta di un volto di ragazza rotto in tanti pezzi come se fosse una statua di pietra o una bambola di porcellana.

    Progettare l’intero viso non è stato semplicissimo perché volevo una giusta via di mezzo tra il movimento verso l’esterno della spinta distruttiva, e il raccoglimento verso l’interno della ricomposizione. Il risultato è un equilibrio tra i resti dei cocci che si disperdono ai bordi e una sensazione di coesione e stabilità nelle parti “guarite”.

    Qui di seguito qualche foto delle varie fasi di realizzazione. Dato che si tratta di un disegno creato all’interno di un progetto dedicato all’inchiostro l’ho eseguito in pigment fineliner. Non escludo prima o poi di riprenderlo in mano per rifarlo con materiali più morbidi da sfumare,  come per esempio la matita o il carboncino.

    Disegno viso di donna rotto in tanti pezzi come una statua o una bambola di porcellana

    Disegno donna con viso crepato come una statua o bambola di porcellana

    DISEGNO DI UN VISO RIPARATO CON FOGLIA ORO

    Forse ti starai chiedendo dov’è l’oro del Kintsugi perché fino ad ora sembra solo il disegno di una donna di porcellana con il viso rotto in tanti pezzi.

    Ebbene l’oro l’ho aggiunto, e non colorandolo con una guache dorata o un acquerello metallizzato. La mia donna Kintsugi l’ho aggiustata per davvero con l’oro della foglia oro.

    È un materiale che conosco ancora poco perché fino ad ora l’ho usato solo con questo disegno e, sempre all’interno dell’Inktober 2023, con la fenice del giorno 31 e con Fortuna, il disegno della Dea bendata.

    Appena avrò un po’ più di esperienza non mancherò di scrivere un post con informazioni e consigli su come usare al meglio la foglia oro. Intanto qui di seguito qualche foto del processo di doratura.

    Disegno kintsugi con foglia oro

    Disegno donna con volto riparato con l'oro del kintsugi

    IL DISEGNO DELLA DONNA KINTSUGI

    Ed ecco il mio disegno della donna Kintsugi finito. Su Instagram c’è un album in evidenza in cui ho raccolto tutte le storie e gli spezzoni di video che riguardano questo disegno. E qui c’è un reel con la colonna sonora di Kintsugi di Lana del Rey.

    Disegno donna statua kintsugi con foglia oro

    STAMPE KINTSUGI CON FOGLIA ORO

    Il disegno originale è stato venduto, ma nel mio shop ci sono le stampe.

    Le stampe sono realizzate in bianco e nero, e poi io applico la foglia oro a mano su ciascuna copia.

    È disponibile in formato piccolo A5, medio A4 e grande A3. Il costo è un po’ più alto rispetto alla media delle altre mie stampe perché viene impreziosita con vera foglio oro e ci vuole tempo per realizzare il delicato lavoro di doratura a mano su ciascuna copia.

    La doratura è un momento lento, di precisione e pazienza che dedico a ogni singola stampa.

    Ma farle ne vale la pena. E proprio come ogni ceramica riparata con l’arte del Kintsugi che diventa unica grazie alla casualità della rottura, queste stampe sono tutte dei piccoli pezzi unici poiché l’applicazione a mano della foglia oro non verrà mai completamente identica.

    Dato il grande lavoro che c’è dietro a ogni copia, faccio di volta in volta delle piccole tirature di doratura. Perciò se ti piace acquista subito la tua stampa di donna Kintsugi prima che esaurisca.

    La trovi qui: >> STAMPA DI DONNA KINTSUGI CON FOGLIA ORO

    Dal vivo ha un effetto difficile da rendere bene in foto. La foglia oro riflette la luce e le spaccature riempite d’oro splendono in mille riflessi dorati che cambiano in base a come si muove il disegno.

    Stampa ragazza Kintsugi con foglia oro

    Stampa kintsugi con riflessi di luce è dalle crepe che entra la luce

    Stampa con foglia oro riflessi di luce

    Applicazione a mano della foglia oro

    Stampa donna Kintsugi con foglia oro

    Stampa con foglia oro

    Se ti piace quel che faccio, segui il mio lavoro su Instagram e Facebook
    E se invece sei capitato qua per caso e vuoi conoscermi meglio, inizia da qui