• Disegni & illustrazioni

    La mia illustrazione sul Coronavirus

    26 Marzo, 2020

    Marzo 2020 resterà per sempre impresso nella nostra memoria come il mese della quarantena e del Covid-19 in Italia.

    Ci sono molte cose che in questo particolare periodo non riesco a fare, una fra tutte è trasformare l’abbondanza di tempo in qualcosa di davvero buono. Quello che però qualche giorno fa sono riuscita a fare è stato rispondere al bisogno di mettere su carta un’immagine che rappresenta un po’ quello che sta accadendo. Dopo centinaia di disegni, questa è la prima volta che rappresento un tema di attualità dando vita ad una vera e propria illustrazione.

    UN’ILLUSTRAZIONE ISPIRATA ALLA QUARANTENA E ALL’EMERGENZA CORONAVIRUS IN ITALIA

    Ho cercato di racchiudere in un’immagine tutto ciò che io e probabilmente tutti gli italiani stiamo provando in questo momento.

    L’esplosione degli alberi in fiore, ma anche i contagi che divampano ovunque là fuori. L’isolamento di ciascuno di noi nella rispettiva bolla che però diventa unione contro lo stesso nemico e per la stessa bandiera. E dentro alla stessa paura. Combattiamo una guerra senza armi, con solo un grande scudo fatto di mattoni per proteggerci. Perché siamo davvero al sicuro solo nella nostra casa, mentre la minaccia incombe sulle nostre città. Intanto i polmoni della natura respirano liberi dalla presenza umana, mentre quelli degli umani sono sotto chiave perché a rischio.

    E l’attesa.. litri e chili di attesa bevuta e mangiata in cene e aperitivi virtuali. Attesa di poter uscire, di incontrasi di nuovo, di tornare ad una qualche normalità. Attesa che finisca la quarantena, che il peggio sia passato, che i numeri tornino a essere pronunciabili senza quella quotidiana stretta al cuore. Che l’emergenza sia rientrata prima che il virus ci abbia toccato da vicino. E poi c’è anche l’attesa (e forse il timore) di scoprire come sarà la vita con questa ferita. Nel frattempo restiamo tutti affacciati alle nostre finestre e balconi guardando avanti, aspettando un domani senza data, senza spegnere la speranza che torni presto la luce però con la consapevolezza che non ci leveremo mai dalle spalle quest’ombra pesante. Né come singoli, né come nazione e né tantomeno come mondo.⁠

    Sul mio profilo Instagram c’è il post originale.

    Qui di seguito la mia illustrazione ispirata alla quarantena e all’emergenza Coronavirus nel nostro paese e nel mondo:

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.